RADIO INCONTRO PESARO - Musica & Informazione Locale

0721 413232 [email protected]  

Terzo incontro per ‘A ragionar di Dante’

UN CAPOLAVORO DANTESCO: IL CANTO V DEL PURGATORIO

Mercoledì 9 giugno terzo appuntamento della rassegna di incontri che racconta il Divin Poeta e la sua straordinaria personalità: nella corte di Palazzo Almerici, protagonista il professore Andrea Angelucci.

Mercoledì 9 giugno alle 18, terza tappa della rassegna A ragionar di Dante promossa da Comune di Pesaro, Assemblea Legislativa delle Marche e Università dell’Età Libera. Cambio di programma per il relatore, non più Luigi Arceci (come già pubblicato nel pieghevole) ma il professore Andrea Angelucci che guiderà il pubblico alla scoperta del Canto V del Purgatorio. Realizzato in collaborazione con Ente Olivieri- Biblioteca e Musei Oliverianie l’associazioneLe Voci dei Libri, l’appuntamento si svolge nella corte di Palazzo Almerici (via Mazza 97) sede della Biblioteca e del Museo Oliveriani.

Angelucci analizzerà le particolarità stilistiche che rendono questo canto uno dei capolavori della Divina Commedia e le fortissime connessioni che esso ha – attraverso le figure di Bonconte da Montefeltro e Jacopo del Cassero – con il territorio della provincia di Pesaro e Urbino. Una lettura attenta del testo rivela, infatti, che Dante ha voluto rimarcare la figura di Jacopo proprio come cittadino di Fanum Fortunae imbastendo sulla narrazione della sua tragica morte una riflessione ‘segreta’ sul senso della fortuna. I versi danteschi tratti dal Canto V del Purgatorio saranno letti daCorrado Capparelli. Dalle 17 alle 20, inoltre, sarà possibile visitare la mostra ‘Dante. Otto secoli di scritture. I luoghi, i commenti’ a cura di Brunella Paolini, allestita presso la Biblioteca Oliveriana.

L’Ingresso è gratuito, i posti sono limitati. L’iniziativa è realizzata nel rispetto delle procedure di legge per il contenimento della diffusione del Covid 19 previste dalla normativa vigente. L’incontro verrà registrato e sarà visibile nel canale YouTube dell’ Università dell’Età Libera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *