RADIO INCONTRO PESARO - Musica & Informazione Locale

0721 413232 [email protected]  

STUPOR CIRCUS

Stupor Circus

A Pesaro al via giovedì 4 luglio stupor circus, il primo festival internazionale di circo contemporaneo.

Il Parco Miralfiore di Pesaro ospita fino al 14 luglio Stupor Circus, primo festival internazionale di Circo Contemporaneo. A promuoverlo Comune di Pesaro con l’AMAT e la collaborazione di Circo El Grito. Per dieci giorni nello Chapiteau di Circo El Grito, allestito per l’occasione al Parco Miralfiore (piazzale sul retro del bar), si alternano tre spettacoli che, tra divertimento, poesia, stupore e magia, animeranno le serate estive pesaresi.

Programma

Inaugura il festival il 4 luglio Johann Sebastian Circus, che verrà proposto anche il 10, 11 e 12 luglio. Una spericolata acrobata aerea, un clown equilibrista e un musicista multistrumentista prendono per mano il pubblico e l’accompagnano nella loro quotidianità, nei loro ricordi, nelle loro fantasie. Uno spettacolo onirico e visionario dunque, adatto a tutta la famiglia. In Johann Sebastian Circus il carattere multidisciplinare del circo contemporaneo, incontra il potere della musica. Circo El Grito e Wu Ming Foundation incrociano i loro sentieri distillando un oggetto narrativo non identificato. Una contaminazione del linguaggio della pista e quello della carta, i funambolismi del corpo e quelli della lingua, le note di uno spartito con le frasi di un racconto e con i gesti di un circense.

Venerdì 5 luglio è la volta di Uomo Calamita, in scena anche il 13 luglio. Spericolate acrobazie, colpi di batteria e magie surreali. La voce dal vivo di Wu Ming 2, per l’occasione sostituito dell’attore hollywoodiano Daniele Favill, guida lo spettatore in un circo clandestino durante la seconda guerra mondiale. È la storia di un supereroe assurdo che combatte l’assurdità della guerra, scritto e diretto da Giacomo Costantini con Wu Ming 2 e Cloyne.

Domenica 7 luglio è la volta di Love is in the air di Andrea Farnetani (in scena anche il 14 luglio). Uno spettacolo per tutta la famiglia che sa divertire e stupire per l’eccellente valore dei virtuosismi d’altri tempi e allo stesso tempo commuovere mostrando come dietro la facciata brillante e rassicurante del performer si cela l’uomo con la sua giostra di dubbi e ossessioni.

Circo El Grito

Un circo contemporaneo, ma anche antico, perché fa tesoro di secoli di arte circense; niente animali, tanta destrezza e un tendone stracolmo di poesia e fantasia per incantare grandi e piccoli. “Giriamo l’Europa esibendoci nel nostro chapiteau – afferma Giacomo Costantini, artista multidisciplinare anima del gruppo con l’acrobata Fabiana Ruiz Diaz – abitiamo in roulotte, siamo nomadi e viviamo una vita comunitaria. Per noi il circo deve essere una terra lontana, una bolla temporale all’interno della quale si vive come in un paese straniero. Siamo cresciuti all’estero perché in Italia non c’era spazio, poi ci siamo presi il rischio di realizzare il nostro piccolo universo e siamo tornati”. Con più di mille repliche in tutta Europa, la compagnia rappresenta un grande motore per la sperimentazione che, codificata sull’irrefrenabile curiosità dei suoi due co-fondatori spazia tra gli ambiti della danza, del teatro, della musica e della letteratura.

Ascoltate l’intervista

Ospite telefonico de L’invitato speciale Gilberto Santini di AMAT.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *