RADIO INCONTRO PESARO - Musica & Informazione Locale

0721 413232 [email protected]  

Pallanuoto pesarese, comincia la stagione!

Pallanuoto pesarese

Questa mattina a “L’invitato Speciale” abbiamo parlato di sport! In particolare, sono stati con noi gli amici della USD Pallanuoto Pesarese: Andrea Sartini, Andrea Confroti e Fabio Ercolessi.

La nuova stagione

E’ tutto pronto in casa della USD Pallanuoto pesarese per l’inizio del campionato. La nostra squadra milita in Serie C girone Marche, in quanto sabato 25 gennaio alle ore 19,15 nella vasca di casa al Parco della Pace di Pesaro si disputerà il primo incontro contro Pescara.

Come ci spiega il dirigente Ecrolessi, la squadra di quest’anno è formata da tantissimi giovani tutti provenienti dalle formazioni giovanili. Questi ragazzi si sono fatti notare per il loro gioco spigliato e malizioso. In società sono tutti coscienti che non sarà un campionato semplice per loro, ma c’è convinzione che il tecnico Sammaritani, supportato dagli atleti con un po’ più d’esperienza, tirerà fuori il meglio di ogni singolo atleta.
Ricordo che questi giovani, sono stati allenati e cresciuti dai gemelli Sartini, che saranno in campo con loro per tutta la stagione come compagni di squadra. Questa situazione mi emoziona in maniera particolare, in quanto, come società ,abbiamo raggiunto l’obbiettivo che ci siamo sempre prefissati, insegnare, crescere e arrivare in prima squadra”.

Appuntamento quindi il 25 di gennaio alla piscina del Parco della Pace alle 19;15 contro una formazione molto tosta come Pescara; per la prima partita della Serie C girone Marche dove sono convogliate le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo per un totale di 8 squadre.

Cosa manca a Pesaro…

Ancora, come ci fanno notare, a Pesaro non ci sono richieste da parte di ragazze di entrare all’interno di questo bellissimo sport. La pallanuoto permette all’atleta di mostrare tutta la sua potenza senza aver bisogno dello scontro e questo è perfetto per le figure femminili che amano lottare, ma senza aver bisogno di rischiare traumi fisici.

Volete saperne di più? Allora recuperate l’intervista qui sotto:

Prima parte

Seconda parte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *