RADIO INCONTRO PESARO - Musica & Informazione Locale

0721 413232 [email protected]  

La senatrice a vita Segre, è stata premiata dalla sua città d’adozione

«Sempre emozionante e coinvolgente ascoltare la sua testimonianza. Il suo impegno contro l’odio è fondamentale per il nostro Paese». Così il sindaco Matteo Ricci, nel consueto discorso di chiusura della cerimonia del Premio Circolo della Stampa/Pesaro 2020-2021, consegnato quest’anno alla senatrice Liliana Segre.

«La città la accoglie sempre con onore – continua -. Da diversi anni si è creato un legame profondo, orgogliosi di essere la città che ti ha liberato attraverso l’amore».

La senatrice a vita Segre, è stata premiata dalla sua città d’adozione con il “semplice merito di essere nata, concreto esempio di autentica umanità in una storia disumana”, queste le parole degli organizzatori. «Liliana ha portato, per anni, la sua testimonianza nelle scuole, riuscendo a catalizzare l’attenzione dei ragazzi, su quella che è stata una delle più grandi tragedie della storia. L’odio è purtroppo un tema attuale, il suo impegno per sconfiggerlo è stato ed è ancora fondamentale per il nostro Paese. La scelta di Mattarella è stata lungimirante, nominarla senatrice a vita significa aver capito quanto il suo impegno in prima linea contro l’odio, la sua presenza, la sua memoria, possa essere fondamentale per tutti noi».

«Dal primo incontro con Liliana Segre sono passati diversi anni- racconta Ricci -. Ero uno studente universitario, quando durante un’iniziativa organizzata da Maria Pia Gennari ho ascoltato la sua testimonianza e capito la grandezza della sua persona. Rimasi rapito dalla sua capacità di raccontare in maniera così semplice la tragedia che aveva vissuto. Sono stato anche io uno di quei sassolini che oggi, grazie alla sua testimonianza, è diventato montagna».

qui il link per rivedere la cerimonia:https://fb.watch/81nbiRglTw/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *