RADIO INCONTRO PESARO - Musica & Informazione Locale

0721 413232 info@radioincontro.com  

HangartFest XVI

Il quarto weekend di Hangartfest, festival di danza contemporanea sostenuto dal MIBAC, dalla Regione Marche e dal Comune di Pesaro, si apre con la messa in scena dei due spettacoli selezionati per il progetto di ospitalità e residenza artistica Essere Creativo.

Programma 27, 28 e 29 settembre

27 settembre / ore 21:00 – Chiesa della Maddalena – Le Marin Perdu di Natalia Vallebona e Faustino Blanchut

ore 22:00 – Chiesa dell’Annunziata – Opera X di Gennaro Maione

28 settembre / ore 21:00 – Chiesa della Maddalena – Jeanne di Michela Paoloni

ore 22:00 – Chiesa della Maddalena – Affleurer di Michela Paoloni e Fabio Bacaloni

29 settembre / ore 21:00 – Chiesa della Maddalena – I Am, su musiche originali eseguite dal vivo da Riccardo Andrenacci

Gli spettacoli del 27, 28 e 29 settembre

Venerdì 27 settembre, ore 21:00, alla Chiesa della Maddalena, andrà in scena Le Marin Perdu, una creazione di danza e teatro fisico di Natalia Vallebona (Italia) e Faustino Blanchut (Svizzera), anche protagonisti della performance. Il lavoro nasce da una visione ispirata al capitolo “Il marinaio perso” tratto dal libro “L’uomo che scambiò la sua moglie per un cappello” del neurologo e scrittore britannico Oliver Sacks.

A seguire, ore 22.00, alla Chiesa dell’Annunziata, sarà la volta di Opera X di Gennaro Maione, performance che nasce come un quadro vuoto da riempire con l’emotività e l’istintività dell’interprete, decostruendo un linguaggio lirico e pantomimico ripreso su un codice contemporaneo e attuale. Ingresso € 10 unico; inoltre, il biglietto è valido per entrambi gli spettacoli. Prenotazioni disponibili sul sito del festival: https://www.hangartfest.it

La programmazione del Festival prosegue con un weekend di spettacoli dedicato a Michela Paoloni, coreografa marchigiana già incontrata nelle precedenti edizioni del Festival, che presenta tre suoi lavori: Jeanne, Affleurer e I Am, quest’ultimo ancora in fase di studio.

Sabato 28, ore 21.00, alla Chiesa della Maddalena, Michela Paoloni è protagonista della performance Jeanne che prende spunto dalla figura rivoluzionaria di Giovanna D’Arco come esempio di colei che combatte per un ideale senza compromessi. In scena una figura femminile solitaria, in bilico tra il sogno, il ricordo e il presente in cui vive.

Inoltre, a seguire Affleurer, che vede ancora in scena Michela Paoloni questa volta in duetto con il danzatore Fabio Bacaloni. L’atto di “affiorare” offre molteplici immagini che abbracciano aspetti sociali, ambientali, sentimentali, individuali e collettivi. Si esiste per “affioramento”, si esiste nel momento in cui si è resi visibili, in una parte o nel tutto. Ingresso € 12 intero, 10 ridotto, 8 speciale. Il biglietto è valido per entrambi gli spettacoli.

Domenica 29 alle 21.00 debutta in anteprima assoluta I Am, su musiche originali eseguite dal vivo da Riccardo Andrenacci. Il lavoro, della durata di 20 minuti, prevede un momento di dialogo con il pubblico a fine spettacolo (sharing). Lo sharing è una condivisione, una modalità con la quale l’artista si pone in ascolto per valutare come proseguire la propria ricerca sul piano formale, coreografico, registico e drammaturgico dell’opera. Lo spettacolo presenta scene di nudo integrale. Ingresso € 5 unico.

Biglietteria

I biglietti degli spettacoli sono acquistabili online sul sito di liveticket.it o presso il botteghino del Festival.

Maggiori informazioni sul sito del festival www.hangartfest.it

Ascoltate l’intervista

Ospite de L’invitato speciale: Antonio Cioffi, direttore artistico.

Prima parte:

Seconda parte:

Tutte le interviste su HangartFest 2019 le trovate QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *