RADIO INCONTRO PESARO - Musica & Informazione Locale

0721 413232 [email protected]  

Gioco dei Trampoli in diretta streaming al Tocatì

Il borgo di Schieti tornerà a vivere l’atmosfera del Palio dei Trampoli in occasione del Tocatì, il Festival Internazionale dei Giochi in Strada, che si terrà a Verona sabato 19 e domenica 20 settembre.

Sabato 19 settembre alle 17.30 da Schieti verrà trasmessa una diretta streaming nell’ambito della manifestazione veronese, durante la quale verranno riproposti alcuni momenti legati al Palio dei Trampoli che, purtroppo, quest’anno non si è potuto svolgere a causa dell’emergenza covid.

In questa 18^ edizione il Tocatì si svolgerà in una versione rimodulata in base alle nuove normative anti-covid, per cui sarà un festival diffuso nei borghi di tutto il territorio nazionale, e arriverà anche a Schieti, che parteciperà “a distanza” in rappresentanza della Regione Marche.

Si consolida quindi, anche in questa nuova versione, il rapporto con l’Associazione Giochi Antichi (Aga) di Verona, iniziata nel 2007 e rafforzata negli anni, tanto che l’Amministrazione Comunale insieme al Centro Socio Culturale “Don Italo Mancini”, organizzatori del Palio dei Trampoli, sostengono la candidatura di Tocatì, promossa da Aga, all’iscrizione nel Registro delle Buone Pratiche Unesco per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale italiano.

Il gioco dei Trampoli è inserito stabilmente nel circuito dei giochi tradizionali italiani: il Palio, che l’anno scorso ha festeggiato la 23^ edizione, ha saputo far rivivere un’usanza risalente a metà del ‘900, quando i trampoli venivano utilizzati per attraversare il fiume Foglia da contadini e minatori per andare a lavorare, mentre durante l’estate diventava un gioco per grandi e piccoli per gareggiare fino al centro borgo medievale di Schieti.

«L’Amministrazione Comunale di Urbino – commenta il Sindaco Maurizio Gambini – appoggia con entusiasmo la collaborazione con il Festival Tocatì e Aga nell’intento di far conoscere il Palio anche a livello nazionale. Purtroppo quest’anno siamo stati costretti a rinunciare alla manifestazione a causa delle difficoltà dovute al covid, quindi la partecipazione al Tocatì ci offre l’occasione per far rivivere la trazione del Palio anche se in forma ridotta dopo i mesi difficili che abbiamo vissuto.

L’appuntamento è molto atteso dalla nostra comunità, che è profondamente legata alla tradizione dei trampoli e continua a tramandarla anche alle nuove generazioni. Sarà per tutta la nostra città un altro segnale di ripartenza».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *