RADIO INCONTRO PESARO - Musica & Informazione Locale

0721 413232 info@radioincontro.com  

Donne illustri nella storia di Pesaro

donne illustri

Un ciclo di incontri per scoprire alcune donne illustri della storia di Pesaro.

L’associazione Fidapa Pesaro (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari) organizza “Donne illustri nella storia di Pesaro”. Un ciclo di tre conferenze serali dedicate ad altrettante donne che hanno contribuito alla storia e allo sviluppo della città grazie alla loro personalità e al loro carisma, fuoriuscendo dalle definizioni di “donne, madri e vedove”.

Le conferenze a cura della vice presidente Fidapa, Raffaella Vori, in collaborazione con Elena Bacchielli, saranno arricchite da letture di epistole, poesie e documenti antichi inerenti alla vita delle tre donne. Iniziano alle 21 e sono a ingresso libero.

Programma

Prima data mercoledì 26 giugno nello scenario del cortile di Palazzo Almerici. Al centro la storia di Camilla d’Aragona, sposa di Costanzo Sforza, Signore di Pesaro dal 1473 al 1483.

Mercoledì 3 luglio appuntamento nel cortile di Palazzo Mosca – Musei Civici per ricostruire emozioni ed eventi legati alla vita della marchesa Vittoria Mosca. Una nobildonna dunque, emancipata e generosa filantropa, nata in questo palazzo nel 1814. In caso di maltempo presso il Salone Nobile di Palazzo Gradari.

Ultima conferenza mercoledì 10 luglio nello scenario suggestivo della Sinagoga per parlare di Sara Levi Nathan. Ancora una donna dalle forti passioni personali e politiche, che è stata amica e sostenitrice di Giuseppe Mazzini.

A conclusione del ciclo di conferenze ci sarà una passeggiata per le vie del centro storico alla scoperta dei luoghi che hanno visto nascere e crescere le tre donne. La visita guidata è prevista per sabato 13 luglio alle 18 dal cortile di Palazzo Mosca. In caso di maltempo, verrà rinviata a venerdì 19 luglio.

Ascoltate l’intervista

Ospiti nei nostri studi Raffaella Vori, vicepresidente di FIDAPA, e la storica dell’arte Elena Bacchielli.

Prima parte:

Seconda parte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *